Seguici su:

Bandi PNRR per le imprese

Fondo di Garanzia PMI per il Turismo 4.0

La misura si rivolge ad alberghi, agriturismi, strutture ricettive all’aria aperta, imprese del comparto turistico, ricreativo, fieristico e congressuale, compresi gli stabilimenti balneari, i complessi termali, i porti turistici, i parchi tematici, e infine ai giovani fino a 35 anni di età che intendono avviare un’attività nel settore turistico.

Le PMI del Turismo che vogliono chiedere garanzie sui finanziamenti per l’innovazione e la transizione green, dal 10 ottobre 2022 potranno presentare domanda di accesso ad una sezione speciale all’interno del Fondo di Garanzia PMI (decreto-legge 152/2021).
La dotazione finanziaria è pari a 358 milioni di euro e, a partire da venerdì 7 ottobre, verranno fornite le istruzioni operative.


Contratti per la logistica nei settori agroalimentare, pesca e acquacoltura, silvicoltura, floricoltura e vivaismo

A partire dalle ore 12:00 del 12 ottobree fino alle ore 17:00 del 10 novembre 2022, sarà possibile presentare la domanda per ottenere i finanziamenti di Contratti per la logistica nei settori agroalimentare, pesca e acquacoltura, silvicoltura, floricoltura e vivaismo, il nuovo incentivo del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali (Mipaaf), gestito da Invitalia.

L’agevolazione, a cui sono stati destinati dal Mipaaf 500 milioni di euro a valere sui fondi del PNRR (Missione 1 – Componente 2 – Investimento 2.1), ha l'obiettivo di potenziare i sistemi di logistica e stoccaggio del settore agroalimentare, ridurre i costi ambientali ed economici e sostenere l'innovazione dei processi di produttivi verso forme produttive più sostenibili.


200 milioni di euro per finanziare lo sviluppo di sistemi di teleriscaldamento
Per sfruttare le potenzialità del teleriscaldamento nel mix tecnologico necessario al conseguimento degli obiettivi ambientali nel settore del riscaldamento e raffrescamento, la Componente 3 - Misura 3 della Missione 2 del PNRR finanzierà progetti relativi alla costruzione di nuove reti o all’estensione di reti esistenti, in termini di clienti riforniti, compresi gli impianti per la loro alimentazione.

Secondo quanto previsto dall’art. 3 del Decreto n. 263/2022, possono presentare istanza di partecipazione al presente Avviso pubblico esclusivamente i soggetti, pubblici o privati, che siano proprietari, realizzatori o gestori della rete di teleriscaldamento e/o teleraffrescamento o della centrale di produzione di energia termica e/o frigorifera.

Le domande di incentivazione devono essere presentate - tramite accesso all’apposita piattaforma predisposta dal Gestore Servizi Energetici (GSE), accessibile dall’Area Clienti entro le ore 10:00 del 6 ottobre 2022


Contributo a fondo perduto per la realizzazione di impianti fotovoltaici su edifici ad uso produttivo

È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 149 del 28 giugno 2022 il decreto 25 marzo 2022 del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali relativo agli interventi per la realizzazione di impianti fotovoltaici da installare su edifici a uso produttivo nei settori agricolo, zootecnico e  massima ammissibile per singolo progetto è pari a euro 750.000, nel limite massimo di euro 1.000.000 per singolo soggetto beneficiario.

Le domande di accesso agli incentivi del Bando Agrisolare (misura M2C1-I.2.2 “Parco Agrisolare”) possono essere presentate dalle ore 12:00 del 27 settembre alle ore 12:00 del 27 ottobre, attraverso il portale messo a disposizione dal Gestore dei Servizi Energetici (GSE), accessibile dall’Area Clienti


 l’EU approva gli incentivi al Biometano

Il programma di incentivazione sarà finanziato attraverso il PNRR con 1,7 miliardi di euro, per sostenere la costruzione di impianti di produzione di biometano sostenibile nuovi o riconvertiti da precedenti produzioni, in attuazione delle indicazioni europee riportati nel piano RePowerEu.
L’approccio privilegia l’economia circolare e la riconversione riguarda in particolare la produzione di biogas connesso ad attività agricole.  L’Aiuto prevede un contributo del 40% sull’investimento e una tariffa incentivante sul biometano prodotto per 15 anni; l’accesso avverrà tramite aste che si svolgeranno dal 2022 al 2024. 
Il testo chiarisce alcuni aspetti legati all’applicazione del decreto dal DM 2 marzo 2018, attualmente in vigore, destinato a incentivare il biometano immesso nel sistema dei trasporti mediante un meccanismo d’obbligo a carico dei soggetti che utilizzano carburanti fossili. Il decreto definisce in particolare il momento in cui matura il diritto al riconoscimento dell’incentivo per la produzione del biometano e il termine entro cui tale diritto debba essere esercitato, pena la sua decadenza, che è stato fissato al 31 dicembre 2023


Incentivi all'imprenditoria femminile

È stato  firmato il 30 marzo 2022 dal Ministro allo sviluppo economico il decreto ministeriale in attuazione della Missione 5, Componente 1 “Politiche per l’occupazione” del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, in particolare, attraverso l’investimento 2.2 “Creazione di Imprese Femminili”.
I fondi saranno gestiti da Invitalia, che indirizzerà le neo-imprenditrici, in base alla valutazione fatta sui loro progetti, verso gli strumenti già attivi sul territorio italiano, cioè:


 

Valutazione: 
0
No votes yet
Ultima modifica: 05/10/2022 - 09:10
  • casella di posta elettronica certificata: protocollo@cn.legalmail.camcom.it
  • codice fiscale: 80000110041
  • partita IVA: 00761550045