Principali bandi di altri enti

Fondo per il sostegno alle grandi imprese in temporanea difficoltà finanziaria

Dal 20 settembre 2021 le grandi imprese che si trovano in situazione di temporanea difficoltà a causa dell'emergenza Covid possono presentare richiesta per accedere al Fondo da 400 milioni di euro istituito al Ministero dello Sviluppo economico. 
L’obiettivo è quello di sostenere il rilancio e la continuità dell’attività di imprese che operano sul territorio nazionale e che si trovano anche in amministrazione straordinaria. Il ministero potrà intervenire, attraverso il Fondo gestito da Invitalia, con la concessione di finanziamenti agevolati che saranno rimborsabili in 5 anni, al fine di garantire continuità alle imprese con un numero pari o superiore a 250 dipendenti e che abbiano un fatturato superiore ai 50 milioni di euro o un bilancio superiore ai 43 milioni. La concessione del finanziamento agevolato è vincolata alla presentazione di un piano di rilancio dell’impresa, anche al fine di tutelare l'occupazione.


Nuova Sabatini - Riapertura sportello

Con il decreto direttoriale 2 luglio 2021 è stata disposta la riapertura dello sportello per la presentazione delle domande di accesso ai contributi.
La "Nuova Sabatini" è un’agevolazione messa a disposizione dal Ministero dello sviluppo economico per facilitare l’accesso al credito delle imprese e accrescere la competitività del sistema produttivo del Paese.
La misura, rivolta alle PMI, sostiene gli investimenti per acquistare o acquisire in leasing macchinari, attrezzature, impianti, beni strumentali ad uso produttivo e hardware, nonché software e tecnologie digitali. I beni devono essere nuovi.
Sono ammessi tutti i settori produttivi, inclusi agricoltura e pesca, ad eccezione dei seguenti:
- attività finanziarie e assicurative
- attività connesse all’esportazione e per gli interventi subordinati all’impiego preferenziale di prodotti interni rispetto ai prodotti di importazione


Voucher internazionalizzazione per le MPI manifatturiere

Il voucher per l’internazionalizzazione è rivolto alle micro e piccole imprese (MPI) che vogliono espandersi o consolidarsi sui mercati esteri. Possono richiedere il contributo le MPI manifatturiere (codice Ateco C) con sede legale in Italia, anche costituite in forma di rete.
Il voucher finanzia le spese sostenute per usufruire di consulenze da parte di Temporary Export Manager (TEM) con competenze digitali, inseriti temporaneamente in azienda e iscritti nell’apposito elenco del Ministero degli Esteri.
Presentazione domande: dalle ore 10 del 9 marzo 2021


Inail

Bando ISI 2020
L'Inail mette a disposizione delle imprese oltre 211 milioni di euro di incentivi a fondo perduto per realizzare interventi in merito al miglioramento dei livelli di salute e sicurezza sui posti di lavoro. Destinatari del Bando sono tutte le imprese, anche individuali, iscritte alla Camera di commercio i.a.a.

Gli incentivi coprono fino al 65% delle spese sostenute dalle aziende per i progetti ammessi al finanziamento, relativi a:

- investimento e adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale;
- riduzione del rischio da movimentazione manuale dei carichi;
- bonifica da materiali contenenti amianto;
- miglioramento dei livelli di salute e sicurezza realizzati dalle piccole e micro imprese operanti in specifici settori di attività.


Bandi Ministero dello sviluppo economico

Bando Digital transformation
Obiettivo della misura è quello di favorire la trasformazione tecnologica e digitale nei processi produttivi delle micro, piccole e medie imprese operanti nei settori manifatturiero, dei servizi diretti alle imprese, del commercio e del turismo (per le imprese impegnate nella digitalizzazione della fruizione dei beni culturali), attraverso l’applicazione di tecnologie avanzate previste nell’ambito dell’Impresa 4.0 e di quelle relative a soluzioni tecnologiche digitali di filiera.

Le domande possono essere presentate, esclusivamente tramite procedura informatica, a partire dalle ore 12.00 del 15 dicembre 2020.
 


Incentivi impresa
Agevolazioni e strumenti di sostegno per le imprese: 
 

BREVETTI +
Bando per la concessione di agevolazioni alle imprese per la valorizzazione economica dei brevetti.

Tale intervento mira a sostenere la capacità innovativa e competitiva delle PMI attraverso la valorizzazione e lo sfruttamento economico dei brevetti sui mercati nazionale e internazionale.

 

DISEGNI +4
Bando per la concessione di agevolazioni alle imprese per la valorizzazione dei disegni e modelli

Tale intervento mira a sostenere la capacità innovativa e competitiva delle PMI attraverso la valorizzazione e lo sfruttamento economico dei disegni/ modelli industriali sui mercati nazionale e internazionale.


SMART & START ITALIA: SOSTEGNO ALLE STARTUP INNOVATIVE

Smart & Start Italia è l’incentivo che sostiene la nascita e la crescita delle startup innovative ad alto contenuto tecnologico in tutte le regioni italiane.

L’obiettivo è stimolare una nuova cultura imprenditoriale legata all’economia digitale, valorizzare I risultati della ricerca scientifica e tecnologica e incoraggiare il rientro dei “cervelli” dall’estero.

Sono finanziabili progetti con spese tra 100.000 euro e 1,5 milioni di euro.

L’incentivo è a sportello: non ci sono graduatorie né scadenze. Le domande sono esaminate entro 60 giorni, in base all’ordine di arrivo.


AGEVOLAZIONI PER IL DIGITALE - PIANO NAZIONALE IMPRESA 4.0

Il Piano nazionale Impresa 4.0 (già Industria 4.0) ha previsto una serie di agevolazioni per tutte le aziende che vogliono cogliere le opportunità legate alla digitalizzazione e alla Quarta rivoluzione industriale.


NUOVE IMPRESE A TASSO ZERO
Beneficiari

Imprese costituite in forma di società da non più di 12 mesi alla data di presentazione della domanda, formate in prevalenza da donne o da giovani di età compresa tra i 18 e i 35 anni. Ai finanziamenti possono accedere anche le persone fisiche, a patto che costituiscano una società entro 45 giorni dall’eventuale ammissione alle agevolazioni.

Iniziative finanziabili
produzione di beni nei settori industria, artigianato e trasformazione dei prodotti agricoli
fornitura di servizi alle imprese e alle persone
commercio di beni e servizi
turismo (Le attività turistico-culturali e l’innovazione sociale sono considerati di particolare rilevanza).

Agevolazione
Finanziamento senza interessi  (cd. a tasso zero)  destinato a sovvenzionare progetti d’impresa  fino a 1,5 milioni di euro.
Il finanziamento, della durata massima di 8 anni, potrà coprire fino al 75% delle spese totali. Le imprese dovranno garantire la restante copertura finanziaria del programma di investimento attraverso risorse proprie ovvero mediante un finanziamento esterno senza ulteriori sostegni pubblici.

Per approfondimenti: Ministero Sviluppo Economico e Invitalia
 

FONDO NAZIONALE PER IL MICROCREDITO
Operativo l'intervento del fondo che  ha lo scopo di sostenere l'avvio e lo sviluppo di un’attività di lavoro autonomo o di microimpresa.

Soggetti ammissibili
Imprese già costituite (organizzate in forma individuale, di società di persone, di società a responsabilità limitata semplificata o di società cooperativa)  o  professionisti già titolari di partita IVA, in entrambi i casi da non più di 5 anni.

Agevolazione
Garanzia pubblica su prestiti fino ad un massimo di 25 mila euro (elevabile di 10.000 euro in alcune ipotesi), restituibili in 7/10 anni.  I finanziamenti devono essere destinati all'acquisto di beni e servizi direttamente connessi all'attività svolta (compreso il pagamento dei canoni del leasing, il microleasing finanziario e il pagamento delle spese connesse alla sottoscrizione di polizze assicurative), al pagamento di retribuzioni di nuovi dipendenti o soci lavoratori e al sostenimento dei costi per corsi di formazione.

Modalità di accesso all'agevolazione:
La richiesta di prenotazione della garanzia va presentata, in modalità telematica, accedendo all'apposita sezione del sito internet  del Ministero dello Sviluppo Economico  previa registrazione e utilizzo delle credenziali di accesso rilasciate.
La stessa, una volta ottenuta, rimarrà valida per i cinque giorni lavorativi successivi in attesa che l'interessato presenti il proprio progetto al soggetto finanziatore - operatore del Microcredito, istituto bancario o intermediario finanziario - che dovrà concludere la pratica entro 60 giorni. La concessione della garanzia è completamente gratuita, non comportando il pagamento di alcuna commissione al Fondo.
A tal fine si consiglia di verificare preventivamente, presso l’istituto di interesse, la disponibilità ad effettuare le operazioni di finanziamento richieste.
Il Ministero dello Sviluppo Economico, con i decreti del 24 dicempre 2014 e del 18 marzo 2015, ha integrato le Disposizioni Operative del Fondo introducendo per la garanzia del microcredito criteri di accesso significativamente semplificati e la possibilità per l'impresa di effettuare la prenotazione on line.


FONDO DI GARANZIA PER LE PMI
Il Fondo di garanzia, gestito da Banca del Mezzogiorno – Medio Credito Centrale spa, è uno strumento di mitigazione del rischio di credito, operativo presso il Ministero dello sviluppo economico, a sostegno delle PMI.

Agevolazione
L'impresa che beneficia dell'intervento del fondo  potrà ottenere finanziamenti senza garanzie aggiuntive sugli importi garantiti dal Fondo stesso.

Settori ammissibili
Possono beneficiare della garanzia le PMI appartenenti a qualsiasi settore con l’eccezione dell’industria automobilistica, della costruzione navale, delle fibre sintetiche, dell’industria carboniera, della siderurgia e delle attività finanziarie. Nel settore dei trasporti sono ammissibili solo le imprese che effettuano trasporto merci su strada. Le imprese agricole possono utilizzare soltanto la controgaranzia rivolgendosi ad un confidi che opera nei settori agricolo, agroalimentare e della pesca.

Modalità di accesso all'agevolazione
L’impresa non può inoltrare la domanda direttamente al Fondo. Deve rivolgersi a una banca per richiedere il finanziamento e, contestualmente, chiedere che sul finanziamento sia acquisita la garanzia diretta. Sarà la banca stessa ad occuparsi della domanda. In alternativa, l’impresa può rivolgersi a un Confidi che garantisce l’operazione in prima istanza e richiede la controgaranzia al Fondo. Tutte le banche sono abilitate a presentare le domande mentre occorre rivolgersi ad un confidi accreditato.


SEZIONE SPECIALE DEL FONDO DI GARANZIA PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE DEDICATA ALLE IMPRESE FEMMINILI 
A queste ultime sono riservate modalità semplificate di accesso al fondo e condizioni vantaggiose per la concessione della garanzia. In particolare: possibilità di prenotare direttamente la garanzia; priorità di istruttoria e di delibera; esenzione dal versamento della commissione una tantum; copertura della garanzia fino all’80% sulla maggior parte delle operazioni garantite.

Per approfondimenti:


Regione Piemonte

L.R. 23/04 SOCIETÀ COOPERATIVE A MUTUALITÀ PREVALENTE E CONSORZI

Dal 1° settembre 2020 le società cooperative a mutualità prevalente e i loro consorzi possono accedere al contributo relativo all’incremento del capitale sociale, finalizzato alla realizzazione di programmi di investimento, ai sensi della L.R. n. 23/2004 e s.m.i.
 


Linea "Emergenza COVID-19" all'interno del Bando VIR
Per affrontare la crisi in atto determinata dall’emergenza COVID-19, la Regione Piemonte ha avviato una nuova linea "Emergenza COVID -19", all'interno del Bando VIR, orientata al rimborso delle spese sostenute per la sperimentazione e dichiarazione di conformità di dispositivi medici e di protezione individuale (DPI) e ogni altro componente a supporto delle esigenze emerse a seguito dell’emergenza sanitaria in corso.
L'agevolazione consiste in un contributo a fondo perduto da 1.500 euro fino ad un massimo di 10.000 euro, a copertura del 100% dei costi sostenuti dalle PMI per i servizi resi da Infrastrutture di ricerca pubbliche e private (IR).

SOSTEGNO AGLI INVESTIMENTI DELLE IMPRESE PIEMONTESI
La Regione Piemonte ha approvato il bando "Sostegno agli investimenti per lo sviluppo delle imprese e per l'ammodernamento e innovazione dei processi produttivi".
La Misura sostiene la realizzazione di progetti di investimento, sviluppo, consolidamento e acquisto scorte da parte di Micro, piccole e medie imprese (Linea A) e Grandi imprese (Linea B), tramite concessione di finanziamenti agevolati (100% delle spese, con intervento massimo regionale a tasso zero del 70%) e contributi a fondo perduto in abbinamento a linee di finanziamento già  concesse sulle seguenti Misure:

Testo del bando, informazioni e domande


CONTRIBUTI ALLE STARTUP E PMI INNOVATIVE
La Regione Piemonte ha approvato il nuovo Bando per la concessione di contributi per la copertura finanziaria delle spese di consulenza in comunicazione e marketing sostenute da imprese innovative spinoff della ricerca pubblica, iscritte al Registro regionale imprese innovative.
L’agevolazione consiste in un contributo a fondo perduto fino alla copertura del 70% della spesa complessiva ritenuta ammissibile e fino ad un tetto massimo di 20.000 euro.

Lr. 34/2008 Misure a favore dell'autoimpiego e della creazione d'impresa
Beneficiari

PMI di nuova costituzione e nuovi titolari di partita IVA

Agevolazione
Finanziamento a tasso agevolato pari al 100% della spesa ammissibile, di cui 50% della spesa con fondi regionali e 50% con fondi bancari. Tetto minimo di finanziamento Euro 10.000,00 tetto massimo di finanziamento Euro 120.000,00.

Si può richiedere anche una garanzia a copertura dell’80% della quota di finanziamento erogata con fondi bancari. la garanzia è a costo zero. Il limite di intervento è pari ad Euro 48.000,00 per le imprese.

Modalità di accesso all’agevolazione
Le domande devono essere presentate entro 24 mesi dalla data di costituzione secondo le modalità previste dalla Regione Piemonte.





 

Finanziamenti imprese

Mail: 
finanziamenti@cn.camcom.it
Telefono: 
0171 318.808 - 715
Valutazione: 
0
No votes yet
Ultima modifica: 15/09/2021 - 09:09

    
    
 

Sponsor della Cciaa di Cuneo:   

 

  • casella di posta elettronica certificata: protocollo@cn.legalmail.camcom.it
  • codice fiscale: 80000110041
  • partita IVA: 00761550045