Pagamento con ravvedimento

DIRITTO ANNUALE: POSSIBILITÀ DI REGOLARIZZAZIONE CON IL "RAVVEDIMENTO OPEROSO" ENTRO 12 MESI DALLA SCADENZA ORDINARIA.
Decorsi i 12 mesi dalla scadenza ordinaria è necessario contattare l'ufficio diritto annuale o rivolgersi agli sportelli camerali per la determinazione degli importi da pagare.

È possibile regolarizzare l’omesso, insufficiente o tardivo versamento del diritto annuale attraverso l’istituto del ravvedimento operoso, che permette di pagare una sanzione ridotta rispetto a quella ordinaria.

Il contribuente che intende regolarizzare la sua posizione può versare, contestualmente, con modello F24

  • entro trenta giorni dalla scadenza:

                   - il tributo dovuto (cod. 3850) 
                   - la sanzione del 3,00% (pari a 1/10 della sanzione minima del 30%, cod. 3852)
                   - gli interessi moratori, calcolati dal giorno successivo alla scadenza fino al giorno del
                     pagamento (cod. 3851)

  • entro novanta  giorni dalla scadenza:

                   - il tributo dovuto (cod. 3850) 
                   - la sanzione del 3,33% (pari a 1/9 della sanzione minima del 30%, cod. 3852)
                   - gli interessi moratori, calcolati dal giorno successivo alla scadenza fino al giorno del  
                     pagamento (cod. 3851)

  • entro un anno dalla scadenza: 

                  - il tributo dovuto (cod. 3850) 
                  - la sanzione del 3,75% (pari a 1/8 della sanzione minima del 30%, cod. 3852) 
                  - gli interessi moratori, calcolati dal giorno successivo alla scadenza fino al giorno del 
                    pagamento (cod. 3851)

In caso di versamento insufficiente entro la scadenza, la sanzione si applica sulla differenza tra il diritto complessivamente dovuto e quello eventualmente versato entro la scadenza

L’eventuale versamento parziale oltre la scadenza di diritto annuale, con sanzione e interessi commisurati al diritto stesso, si intende perfezionato limitatamente a tale importo, purché effettuato entro il termine prescritto per il ravvedimento (cioè entro un anno dalla scadenza originaria). 

In caso di pagamento parziale oltre i trenta giorni (termine previsto per il pagamento con la maggiorazione dello 0,40%), la sanzione si applica sull'importo dovuto totale e per il  calcolo degli interessi si sommano:

  • gli interessi calcolati dal giorno successivo alla scadenza fino al giorno di  pagamento parziale, sull’importo complessivamente dovuto;
  • gli interessi calcolati dal giorno successivo al pagamento parziale fino al giorno del ravvedimento, sull'importo non ancora versato. 

Per il calcolo degli interessi si applica il tasso legale: 0,05% per i giorni trascorsi fino al 31.12.2020 e 0,01% dall’1/1/2021.

Possono procedere al ravvedimento tutti i contribuenti, a condizione che la violazione non sia già stata constatata e comunque non siano ancora iniziati accessi, ispezioni, verifiche.
 

AVVERTENZA: in caso di ravvedimento per tardata presentazione del mod. F24 a saldo zero, non può essere utilizzato il codice tributo 8911 perché non sana la violazione relativa al diritto annuale. E’ necessario dunque procedere al calcolo del ravvedimento con le suddette modalità.
 

Foglio di calcolo ravvedimento diritto annuale 2020 (file in formato xlsx, 13 kB)

Foglio di calcolo ravvedimento diritto annuale 2020 (file in formato ods, 28,8 kB)

Foglio di calcolo ravvedimento diritto annuale 2021 (file in formato xlsx, 8,69 kB)

Foglio di calcolo ravvedimento diritto annuale 2021 (file in formato ods, 20,0 kB)
 

RIFERIMENTI NORMATIVI

 

 

Diritto annuale

Mail: 
diritto.annuale@cn.camcom.it
Telefono: 
0171 318.739-770-820
Valutazione: 
0
No votes yet
Ultima modifica: 27/07/2021 - 04:07

    
    
 

Sponsor della Cciaa di Cuneo:   

 

  • casella di posta elettronica certificata: protocollo@cn.legalmail.camcom.it
  • codice fiscale: 80000110041
  • partita IVA: 00761550045