Seguici su:

Domicilio digitale: attribuzione d’ufficio e sanzione

Domicilio digitale: attribuzione d’ufficio e sanzione

AVVISO
Mancata comunicazione al registro imprese del domicilio digitale dell'impresa: attribuzione d'ufficio e conseguente sanzione

Dal 1° ottobre 2020 il domicilio digitale (oggi equivalente a un indirizzo PEC) è divenuto obbligatorio per imprese e professionisti. La mancata comunicazione al registro imprese di un domicilio digitale valido e attivo comporterà l'assegnazione d’ufficio di un domicilio digitale e contemporaneamente l'irrogazione di una sanzione amministrativa.
Nei prossimi mesi, a livello nazionale, sarà attivata la procedura di assegnazione del domicilio digitale d'ufficio con contestuale sanzione a tutte le imprese che risulteranno prive di PEC.
È ancora possibile per le imprese regolarizzare la propria posizione comunicando al registro imprese il proprio domicilio digitale (PEC) e chiederne l'iscrizione, evitando il procedimento d'ufficio.
Evidenziamo che il sistema delle Camere di commercio ha azzerato la burocrazia connessa alla comunicazione dell’indirizzo PEC, a cui è ora possibile adempiere senza pagare oneri, bolli e diritti. Il servizio è accessibile via web all’indirizzo ipec-registroimprese.infocamere.it, ma necessita l’utilizzo della firma digitale del legale rappresentante dell’impresa.

 

Data articolo: 
Mercoledì, 26 Gennaio, 2022 - 09:45
Ultima modifica: 26/01/2022 - 10:01
  • casella di posta elettronica certificata: protocollo@cn.legalmail.camcom.it
  • codice fiscale: 80000110041
  • partita IVA: 00761550045