Servizio metrico

NOVITÀ

Rinviato il termine del 30 giugno per l'esercizio in proroga della verificazione periodica ai sensi del DM 93

Il Ministero dello Sviluppo economico ha stabilito l'applicabilità dell’articolo 103, comma 2, del Decreto Cura Italia alle procedure abilitative in corso per i Laboratori decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18, agli organismi abilitati ad effettuare verificazioni periodiche in conformità alle disposizioni abrogate dall’articolo 17 del decreto del Ministro dello sviluppo economico 21 aprile 2017, n. 93.
Il Ministero conferma che l'abilitazione all'esercizio delle attività di verificazione periodica, nelle more dell'avvenuto accreditamento previsto dal D.M. 93/2017, conserva la propria validità fino al termine di 90 giorni successivi alla dichiarazione di cessazione dello stato di emergenza cioè, salvo diverse future disposizioni del Governo di modifica del termine del 31 luglio per la conclusione dello stato di emergenza, fino al 29 ottobre 2020.


Il D.L. 30 aprile 2019, n. 34, in vigore dal 1° maggio 2019, ha riaperto il periodo transitorio di cui all’articolo 18, comma 2 del Decreto ministeriale n. 93/2017.
In particolare l’art. 42:

- al comma 1 dispone che tale periodo transitorio “è prorogato al 30 giugno 2020 per gli organismi abilitati ad effettuare verificazioni periodiche in conformità alle disposizioni abrogate dall’art. 17 (del DM 93/2017) che, alla data del 18 marzo 2019, dimostrino l’avvenuta accettazione formale dell’offerta economica di accreditamento”;

- al comma 2 prevede la possibilità per i soggetti che hanno operato nel periodo transitorio, ma che non hanno presentato entro il 18 marzo 2019 la domanda di accreditamento e/o accettato formalmente l’offerta economica all’istanza formulata ad Accredia, di maturare tale requisito entro il termine del 30 settembre 2019, al fine di poter proseguire, a decorrere dalla data della domanda, le attività interrotte il 18 marzo 2019 fino al 30 giugno 2020.

Pertanto i soggetti in possesso dei requisiti previsti dall’art. 42, comma 1 del DL n. 34/2019, a decorrere dal 1° maggio 2019 potranno riprendere lo svolgimento delle attività di verificazione periodica interrotte il 18 marzo 2019 senza ulteriori adempimenti, limitatamente agli strumenti di misura per i quali erano stati riconosciuti o autorizzati da Unioncamere e/o dalle Camere di commercio ai sensi della normativa previgente al D.M. 93/2017.


Gli uffici metrici delle Camere di commercio di Cuneo svolgeranno unicamente controlli casuali o a richiesta e vigilanza sugli strumenti soggetti alla normativa nazionale ed europea.

Si ricorda che la nuova verificazione periodica degli strumenti metrici deve essere richiesta:

  • almeno cinque giorni lavorativi prima della scadenza della precedente
    oppure
  • entro dieci giorni lavorativi dall’avvenuta riparazione, se tale riparazione ha comportato la rimozione di etichette o sigilli anche di tipo elettronico.


*   *   *   *   *

Dal 18 settembre 2017 è in vigore il Regolamento recante la disciplina attuativa della normativa sui controlli degli strumenti di misura in servizio e sulla vigilanza sugli strumenti di misura conformi alla normativa nazionale e europea - D.M. 21 aprile 2017 n. 93 (1370 kB), che va ad abrogare e sostituire tutti i decreti, le direttive, le circolari e i regolamenti riguardanti le modalità di esecuzione della verificazione periodica, gli obblighi degli utenti metrici e le procedure di autorizzazione dei laboratori.

Il Regolamento si applica ai controlli degli strumenti di misura soggetti alla normativa nazionale e europea utilizzati per funzioni di misura legali: funzioni di misura giustificata da motivi di interesse pubblico, sanità pubblica, sicurezza pubblica, ordine pubblico, protezione dell’ambiente, tutela dei consumatori, imposizione di tasse e di diritti e lealtà delle transazioni commerciali.
Sono esclusi dall’obbligo della verificazione periodica gli strumenti utilizzati per funzioni di misura legali costituiti da misure lineari materializzate o misure di capacità di vetro, terracotta e monouso.

Il Regolamento introduce inoltre il libretto metrologico per ciascun strumento metrico, contenente i dati identificativi dello strumento stesso, che dovrà essere compilato in occasione di ciascuna attività di verifica, riparazione o sorveglianza.

Le Camere di commercio formano l'elenco dei titolari degli strumenti di misura sulla base dei dati del registro imprese e avvalendosi delle informazioni fornite dai comuni e da altre amministrazioni pubbliche.
 

Verificazione periodica
La verificazione periodica è il controllo legale effettuato per gli strumenti di misura al fine di garantirne l’affidabilità metrologica

>>> vai alla pagina dedicata


Riferimenti normativi e documentazione

D.M. 21 aprile 2017 n. 93 (1370 kB)

Nota del MISE prot. 302627 del 09/08/2018 (332 kB)

Nota Unioncamere del 27/09/2018 (240 kB)
 





 

 

 

 

 

 

Servizio metrico

Mail: 
ufficio.metrico@cn.camcom.it
Note: 

Orario:
lunedì - mercoledì - venerdì: dalle 9 alle 12
martedì e giovedì: dalle 9 alle 12; dalle 14:30 alle 15:30

 

Telefono: 
0171 318.853 - 854
Valutazione: 
0
No votes yet
Ultima modifica: 06/07/2020 - 04:07

    
 
Sponsor della Cciaa di Cuneo:   

 

  • casella di posta elettronica certificata: protocollo@cn.legalmail.camcom.it
  • codice fiscale: 80000110041
  • partita IVA: 00761550045